Definizione di 1 secondo

Orologio Atomico

Venerdì 16 novembre scorso si è svolta a Versailles, la 26° Conferenza Generale dei Pesi e delle Misure (CGPM).

La Conferenza Generale, che si riunisce ogni quattro anni, ha avuto quest’anno all’ordine del giorno una decisione epocale: si è votato per decidere il passaggio al nuovo Sistema Internazionale delle unità di misura (SI).

Nel nuovo SI le sette unità di misura di base (chilogrammo, metro, secondo, ampere, kelvin, mole e candela) sono state ri definite in termini di costanti fondamentali della fisica.

In particolare le variazioni ratificate delle sette unità di misura fondamentali entreranno in vigore in tutto il mondo a maggio del 2019.

Si tratta della più importante ridefinizione del Sistema Internazionale delle Unità di Misura dalla fondazione dell’ente, avvenuta quasi 60 anni fa.

Saranno abrogate le definizioni di tutte le unità di misura fondamentali – il Chilogrammo (massa), l’Ampere (corrente elettrica), il Kelvin (temperatura), la Mole (quantità di sostanza), il Secondo (tempo), il Metro (lunghezza) e la Candela (luminosità).

In particolare, le definizioni di Chilogrammo, Ampere, Kelvin e Mole saranno sostituite mentre quelle di Secondo e Candela saranno riviste formalmente. Unico ‘superstite’ il metro, ma solo perché era stato il primo a essere cambiato, nel 1983.

Per identificare l’intervallo di tempo che dura esattamente 1 Secondo, l’unità fondamentale di misura del tempo nel Sistema Internazionale, la definizione ci dice che: 1 Minuto secondo (o un secondo), corrispondente alla 86.400ª parte del giorno solare medio, è attualmente corrispondente alla durata di 9.192.631.770 di periodi (cicli) della radiazione emessa dall’atomo dell’isotopo 133 del cesio in una transizione energetica specifica.

Con nuova definizione è stato meglio specificato che dell’atomo di Cesio 133, per individuare la durata esatta di 1 Secondo si dovrà osservare la “transizione tra due livelli iperfini di quell’atomo nello stato fondamentale imperturbato”.

Il Cesio 133 è l’unico isotopo naturale e stabile del Cesio. Proprio per questo è un buon elemento per una misura costante e si può riprodurre, per esempio, a partire da una fissione nucleare. Il Cesio è un metallo alcalino recuperabile in diversi minerali, se ne trova in abbondanza nel Lago Bernic, nella regione canadese Manitoba. La transizione iperfine, invece, è una debole interazione magnetica tra gli elettroni e il nucleo di un atomo.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *