La storica “Mille Miglia” per la prima volta all’Autodromo di Monza, con il timing ufficiale dei Cronometristi di Milano.

Domenica 17 maggio “la corsa più bella del mondo” transiterà per la prima volta all’Autodromo Nazionale di Monza, con lo scopo di portare un contributo straordinario all’Expo Milano 2015 deviando così il percorso rispetto a quello originale della manifestazione.
Le 438 vetture d’epoca, appartenenti a 67 case automobilistiche diverse e piloti provenienti da 44 Paesi, percorreranno non solo la pista stradale dell’Autodromo ma anche la storica pista di “alta velocità” (nota come “la sopraelevata”) realizzata nel 1955 e recentemente restaurata.
La tappa che interesserà l’ASD Cronometristi Milanesi è la quarta ed ultima. Alle ore 8.45 è previsto il passaggio della prima vettura de “Il Ferrari Tribute to Mille Miglia” con 120 vetture categoria G.T. iscritte e con classifica separata, mentre alle 10:15 passerà il primo concorrente della Mille Miglia.
I concorrenti disputeranno alcune prove cronometrate e di media: al vincitore sarà assegnato un Trofeo dell’Automobile Club di Milano intitolato al grande Alberto Ascari, due volte campione del mondo di Formula 1 e vincitore della Mille Miglia nel 1954, che proprio a Monza perse la vita nel maggio del 1955, esattamente sessant’anni fa.
In Autodromo c’è grande organizzazione e grande attività dietro le quinte, con i Cronometristi Milanesi e lombardi che sono già all’opera da giorni per predisporre attrezzature, cronometri e tutti i mezzi tecnici che serviranno per il rilevamento del tempo nelle prove cronometrate.
Grazie all’impegno congiunto della Federazione Italiana Cronometristi, timing ufficiale della Mille Miglia, e di Microplus, in abbinamento al GPS TrackPlus (già da qualche anno installato sulle vetture in gara per tracciarne la posizione) verrà installato uno speciale sistema appositamente sviluppato di identificazione elettronico delle vetture ai punti di rilevamento (Controlli Orari, Prove Cronometrate e di Media) denominato IDPlus.
Come ogni anno questa prestigiosa manifestazione internazionale di regolarità vedrà impegnati team e piloti di grande spessore, oltre a celebrità e vip come Stirling Moss, ex pilota F1 che nel 1955 sulla Mercedes 300 SLR vinse con tempo record di 10h7’48”. Lui, insieme ad altri ex piloti come Hans Herrmann e Ralf Schumacher, fratello di Michael, si esibirà fuori classifica per celebrare i sessant’anni del suo celebre trionfo. Tra i tanti partecipanti troviamo anche l’ex capitano dell’Inter Javier Zanetti e lo chef star Joe Bastianich.

Dal punto di vista agonistico, l’edizione di quest’anno si preannuncia come una di quelle maggiormente combattute; non mancano i migliori regolaristi italiani e sudamericani, da Andrea Vesco a Juan Tonconogy senza dimenticare Giuliano Canè, Giovanni Moceri, Ezio Salviato, Carlos Sielecki e Giordano Mozzi, vincitore della passata edizione.
Daniela Meregalli